Salita a Castiglione Ugolino

Difficoltà: E Dislivello: m. 210 Tempo di percorrenza: 2 ore Lunghezza: km 6,700


Come arrivare al punto di partenza del percorso

Si prende la superstrada E45 verso Cesena, si esce a Resina e si percorre la strada Tiberina, S.S. 3bis, in direzione nord verso Umbertide e dopo circa 2 km, sulla sinistra, si devia seguendo le indicazione per La Bruna. Qui giunti si parcheggia presso la chiesa parrocchiale.

Come arrivare - Indicazioni stradali


Descrizione itinerario

Il breve itinerario consente di conoscere il paesaggio collinare tra il Tevere ed il Monte Tezio con suggestivi scorci sulla Val Tiberina. Si lascia l’auto nei pressi della chiesa parrocchiale di La Bruna e si inizia l’itinerario seguendo la strada che attraversa le case del centro abitato in direzione ovest (sent. 412).
 

Al termine dell’abitato al bivio si percorre la strada asfaltata sulla destra. Al bivio successivo si lascia la strada asfaltata che risale sulla destra e si devia a sinistra su una strada imbrecciata (continuando a seguire i segnavia del sent. 412) che si percorre sempre lungo l’asse principale evitando deviazioni. Lungo il percorso si possono osservare in alto a destra le case di Castiglione Ugolino con in evidenza una torre che sicuramente costituiva parte del sistema di fortificazioni realizzato sulla sommità del poggio. Ancora più avanti si incontrano i ruderi della vecchia chiesa di campagna del Carmine.
 

Si prosegue ancora lungo la strada costeggiando un vecchio vigneto in stato di completo abbandono. Ad un bivio molto evidente si evita la strada che, a destra, sale verso il colmo della collina e si continua invece a sinistra seguendo la parte bassa della valle che in breve porta sotto il Castello di Valenzino. Qui si lascia il sentiero n. 412 e si prosegue camminando lungo la strada sterrata che risale (sent. 412a) e, dopo aver costeggiato la strada provinciale, con un ampio giro verso destra, continua a salire verso la parte più alta della collina da dove è possibile ammirare suggestivi scorci.
 

La strada continua perdendo quota e raggiunge un’ampia sella. Si segue poi la strada principale fino a che questa piega decisamente verso destra (in direzione sud) riprendendo a salire in direzione di una villa caratterizzata dalla presenza di un piccolo campanile a vela. Lungo il percorso è possibile ammirare uno scorcio suggestivo verso la gola delle Folci sulla quale incombe il Castello di Antognolla. In prossimità di un cancello che sembra precludere il passaggio si prende a sinistra lungo un viottolo che conduce verso il centro abitato di Castiglione Ugolino.
 

In prossimità di questo si costeggia un’abitazione privata che presenta un magnifico esempio di torre colombaia perfettamente restaurata. Giunti in prossimità dell’ex complesso parrocchiale (oggi proprietà privata), dominato dal campanile, si svolta a sinistra su una rampa asfaltata che conduce al vecchio cimitero del paese (oramai abbandonato). Da notare le dirute mura perimetrali di ciò che rimane dell’antico Castello (che non è possibile visitare in quanto area privata a pericolo di crolli).
 

Si riprende la discesa verso valle (con scorci sull’abitato della Bruna e sulle anse del Tevere) percorrendo la strada asfaltata fino al nuovo cimitero in corrispondenza di una croce sotto la quale continua l’itinerario che scende lungo una traccia abbastanza evidente attraverso vecchi campi coltivati in direzione delle prime case di Bruna.