Conservoni di Monte Pacciano



Appena fuori dall'abitato di San Marco, seguendo la strada che porta il loro nome, si giunge ai Conservoni, antiche cisterne di raccolta dell'acqua, situati in posizione panoramica nei pressi di un'area boschiva.

Uno di essi risale addirittura al XIII secolo; un altro, più recente, è stato invece realizzato nel 1883. Nel conservone più grande, del quale gli altri sono una sorta di riserva, viene convogliata l'acqua di diverse piccole vene.
Quest'acqua rappresenta ancora oggi una preziosa riserva per periodi di emergenza e siccità.

Nella casa in pietra che si trova a fianco dei conservoni, un tempo abitazione del contadino che aveva anche il ruolo di custode delle acque, si trova il cunicolo di accesso al conservone principale.

Torna alla pagina iniziale dell'itinerario L'anello di Monte Pacciano