Pieve San Quirico



Il castello di San Quirico si trova alle falde di una collina boscosa, poco distante da Monte Tezio e vicino al fiume Tevere. L'insediamento sorse a difesa della Pieve di San Quirico, divenuta poi parrocchia, tra il 1100 e il 1200. Nel 1411 conobbe la stessa sorte di altri castelli che, nel timore che venissero conquistati dai nobili fuoriusciti di Perugia, furono distrutti per ordine dei magistrati della città. Anche questo castello, come altri distrutti, fu poi ricostruito a spese dei suoi abitanti.


L'antichissima chiesa dedicata a San Quirico risale almeno al XII secolo; viene infatti nominata nel diploma dell'imperatore Federico I nel 1163. La rocca è invece nominata negli statuti perugini nel XIII e XIV secolo. All'inizio del 1900 diviene proprietà della nobile famiglia Giunta-Tremi discendente di Napoleone Bonaparte I. Nelle immediate vicinanze vi è Bagnara, interessante esempio di fattoria-fortezza che risale al XV secolo. Del suo impianto originario rimane una corte circondata da torri recentemente restaurate.