San Giovanni del Pantano



Come si intuisce dal nome, quest'insediamento sorse nel XIII secolo su di un'area paludosa. Già nei secoli XI e XII era chiamato Pantanum. Il nome si deve alla presenza di un pantano carsico, che fu prosciugato mediante un canale, dal quale si origina il fiume Caina. L'intera area, del diametro di 400 metri, era alimentata da sorgenti subalvee, delle quali rimane ancora la maggiore, situata a Nord-Ovest. Durante l'inverno diveniva palude a causa della scarsa permeabilità carsica.

Ancora oggi il bacino appare ben disegnato e attorno ad esso sono sorte diverse abitazioni. La chiesa parrocchiale, dedicata a San Giovanni Battista, è anch'essa del XIII secolo, epoca in cui dipendeva dal vicino eremo di Monte Corona.

La Chiesa presenta affreschi realizzati nel 1948 dal pittore futurista perugino Gerardo Dottori. (Cfr. S. Giovanni del Pantano e il suo intorno - E. Polla 1997, pagg. 31, 32, 33, 34, 35).

Torna alla pagina iniziale degli itinerari:
Intorno a Castel Procoio 
Monte Acuto 
Salita a Castiglione Ugolino 
La tomba etrusca del Faggeto 
Intorno al Monte Tezio - MTB 
La tomba etrusca del Faggeto - MTB 
Torre Gualterotta e Villa Faggeto - MTB